Ingredienti:

– 16 canoce
– 360 grammi di linguine di Gragnano
– 300 grammi di pomodorini ciliegino o ramato
– 1 peperoncino
– 1 rametto di timo
– aglio
– prezzemolo
– olio extra vergine d’oliva
– sale e pepe q.b.

Procedimento:

per le canoce:
in una pentola portare a ebollizione 2,5-3 litri di acqua, immergervi le canoce per circa tre minuti, scolarle, e lasciare che si raffreddino. L’intera operazione si può compiere anche con un cestino per la cottura a vapore. A questo punto, mondare con una forbice i lati del carapace, così da poterlo togliere scoprendo la carne. Spolpare le canoce mettendo le teste in una ciotola a parte.

Per il sugo:
in una padella far rosolare l’aglio con l’olio extravergine d’oliva, aggiungendovi poi i pomodorini precedentemente sbollentati e spellati, il rametto di timo, la polpa delle canoce e le teste delle canoce. Far andare a fuoco lento aggiungendo il peperoncino, il sale, il pepe macinato fresco, e – se serve – dell’olio d’oliva. Durante la breve cottura schiacciare le teste con un mestolo per far rilasciare completamente il loro liquido. Nel frattempo cuocere la pasta, scolarla e aggiungerla al sugo, quindi mescolare energicamente affinchè la pasta liberi leggermente il suo amido, aggiungendo un po’ di prezzemolo e poco pepe.

Presentazione:
togliere dal sugo tutte le teste delle canoce e adagiarne una su ciascun piatto (come guarnizione) assieme alla pasta. Dopodichè aggiungere un cucchiaio di sugo sopra la pasta, un filo d’olio ed una leggera spruzzata di prezzemolo riccio e del basilico (o, a piacimento, anche con dell’erba cipollina intera).